SOLIDARIETÀ: LA MESSA NON SI FA A SCUOLA

Salva in formato .pdfVersione per la stampa

22 settembre 2016

Il CIEI si associa favorevolmente alla decisione della D.S. di Domodossola la quale ha dimostrato una preziosa tutela dei diritti di ogni alunno. La scuola pubblica statale è il luogo al quale vengono affidati bambini provenienti da contesti familiari, culturali e sociali diversi, luogo in cui si insegna ad apprezzare la diversità. La celebrazione della santa messa è un atto cultuale che apre le porte a un chiaro confessionalismo religioso, svilendo l'importanza del pluralismo in una società sempre più multietnica. Tanto scalpore intorno a questa equa decisione della Dirigente è sintomo di una grave tendenza a imporre una confessione religiosa, a discapito del principio costituzionale della laicità, che non proibisce di esprimere il proprio credo, ma lo affida all'ambito familiare ed ecclesiale cui è proprio, evitando ogni forma di privilegio o discriminazione nelle pubbliche istituzioni.



Il Comitato Insegnanti Evangelici Italiani

segreteria@insegnantievangelici.it

torna su